Abenobashi

17 gennaio 2010


Dopo tanto penare, il Signore Oscuro ce l'ha fatta a convincere almeno uno di noi a vedere questa serie.

Ho visto le prime tre puntate come una maschera di sale (ero, al solito, arrabbiata) mentre, accanto a me, Voi Sapete Chi, in modo irritante e offensivo (mai ridere o sorridere in prossimità di una donna incazzata e in procinto di trasformarsi ne La Donna Ciclopica!), non faceva altro che agitarsi sul divano in sussulti ilari di divertimento e soddisfazione.

Ma, la follia della donna dura poco, e anche se: "Lisa, siamo donne: possiamo portare rancore per tutta la vita!", dopo due giorni il cervello ha preso in mano la situazione e ha cominciato a ragionare da solo. L'occhio ha visto il cofanetto di Abenobashi - il quartiere commerciale di magia, ha fatto zoom con uno sforzo vano e inconcludente, l'ha centrato con un obiettivo rosso e tante scritte senza senso su di un lato, l'impulso è arrivato al cervello che ha catalogato l'oggetto sotto "palliativo - endorfine". Il commento è stato: "mh!".

In capo a quasi 4 ore, abbiamo finito di vedere la serie: alla fine sono solo13 episodi, ma credo che valga la pena di vederlo. I protagonisti sono carinissimi, forse perché io adoro il tratto usato per disegnarli. E poi sì, è senz'altro divertente, molte volte è stupido in modo atroce, ma l'idea è carina. E si ride e si riflette persino!

Colui Che Non Deve Essere Nominato: "Certo, è della Gainax!!!!!".

3 commenti:

  1. Che c'entra...Pure quello schifo di Neon Genesis Evangelion, o meglio come Mediaworls insegna Neon Vangelis, è della Gainax...

    RispondiElimina
  2. Per quello lo diceva... correnti opposte.

    RispondiElimina
  3. errata corrige: Mediaworld/Mediaworls

    RispondiElimina

 
FREE BLOGGER TEMPLATE BY DESIGNER BLOGS