Regalo n. 2

6 gennaio 2010


Non è che non lo consiglierei di leggere (mmmm, che brutta doppia negazione... ), però a me non è piaciuto. Che novità, direbbe qualcuno.

Senza dubbio è scorrevole, senza dubbio è interessante per alcuni aspetti socio-politici che affronta, trama semplice e lineare con colpo di scena alla Isabelle Allende (citata in copertina, forse per questo mi è tornata alla mente), stile cinematografico; insomma, il cacciatore di aquiloni ha tutti i pregi del libro "impegnato" che vende.

Poco prima della fine dell'anno, la Donna Ciclopica ha ricevuto una telefonata anonima. Ci ha messo poco a capire che, dall'altro capo della cornetta, chi parlava era L'Abominevole Uomo Scoordinato. Non voleva farsi riconoscere, ovviamente. Le ha raccontato di un critico a cui è stata fatta la fatidica domanda: "Qual è stato il caso letterario dell'anno?". Ha risposto che ricordava taaaaaaanti casi editoriali, ma, sinceramente, di casi letterari neanche l'ombra.

Capito, no?

Nessun commento:

Posta un commento

 
FREE BLOGGER TEMPLATE BY DESIGNER BLOGS