Luglio col bene che ti voglio...

20 luglio 2010


È un luglio troppo caldo anche solo per accendere il computer. La Spocchia-caverna dalle 14 alle 19 diventa una Spocchia-sauna e da 2 settimane le funzioni vitali dei suoi abitanti sono diventate quelle del bradipo.

Il comodino della camera è oberato da una pila enorme di libri che arriva fin sul soffitto: il pomeriggio si legge una cosa, la sera un'altra, la notte un'altra ancora... ogni tanto cadono creando un effetto terremoto non indifferente, considerando la presenza di 2 mammut.

Insomma, a parte il fatto che Mr. Darcy si è imposto prepotentemente in questi ultimi giorni (come succede almeno una volta l'anno e non è mai un buon segno) e che ho una colonia di alien dentro di me, tutto procede come sempre...

Voglio fare una carrellata, un elenco, una lista. Vediamo cosa ne esce fuori.

Beautiful Malice. Il caso editoriale dell'anno! Ogni anno ci sono centinaia di casi editoriali dell'anno, ne ho già letti alcuni... vabbè. Indegno di nota, se devo dire la verità. E il succo sta tutto nella definizione di questi romanzetti: young adult. Ma che vor dì?! Eppure il mondo ne è pieno, negli ultimi tempi, pieno di pagine su adolescenti e pre-adolescenti (ancora etichette!) problematici alle prese con sesso, droga e no, niente rock and roll, bensì vampiri. Beatiful Malice in particolare è la storia, tutta terrena, dell'amicizia tra due ragazze. Come Acciaio, il fantomatico e famigerato romazo della Avallone che avrebbe dovuto vincere il premio Strega. Noioso. Stile semplice e neanche male devo dire, ma che palle!

Poi, siccome mi ero stancata, ho deciso di leggere un libro adult adult, Se fosse tutto facile, la storia cinica, disillusa e matura di un amore di coppia raccontata dalla voce di un uomo. E del tutto inverosimile. A parte l'immagine orrorifica del protagonista/narratore che piange con le canzoni di Claudio Baglioni, ma vi pare realistico questo:

"Quello che nessuno mi aveva detto è che *** è una ragazza incredibilmente, pazzescamente brutta. Sia chiaro, io sono un cultore delle imperfezioni femminili [...]. Perché, se c'è una cosa che mi piace, è proprio scoprire la bellezza nascosta in una donna."

Ehhhhhhhhh??????????????!!!!

Ah, già! L'autrice è donna.

Fortunatamente il cinema ci da altre soddisfazioni. L'Home Cinema, però. Se compriamo un film fanfarone e ci aspettiamo di vederlo, lo vediamo. Vedi Van Helsing in Blue -ray (detto tra parentesi, letteralmente, da quando ho scoperto il blu ray, la mia miopia è diventata un nonnulla!)
- Ahhhhhhh, è una cagata, un'americanata!!!!! - ha gridato Spocchiaman - Tu lo vuoi vedere solo per Hugh Jackman!- E te pare poco! Ma attenzione, signori, non è solo per una questione estetica, io con lui, ho scoperto che l'uomo perfetto, a chiacchiere, esiste!



Il film è un'americanata carina, doppiata, molto stranamente, non bene, quindi da vedere assolutamente in lingua originale (anche per non perdersi i fantastici accenti rumeni). Come non avrebbe senso, del resto, vedere doppiato un film come Inglorious Basterds. Attori strepitosi, davvero, soprattutto Christoph Waltz, osannato a ragione. Dico, con molta cautela stavolta, che non è il miglior film di Tarantino ma, senz'altro, è il film che segna un qualcosa... non so esattamente cosa, ma mi pare così, e in effetti, ormai, si autocita...

P.S. A me questo arancione comincia a stufarmi. A voi?

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma che cosa!!!!!!
Van Helsing è come la corazzata di Fantozzi.. ovvero una c*a*g*t* pazzesca! "ma che cosa ma che cosa!" ho urlato durante tutto il film
1) Van Helsing doveva essere il preludio al film del secolo ovvero Castelvania ed invece non vale neanche l'ammazzavampiri noto film B-splatter "ammerecheno",
2) mettere Hugh(e) è stato un colpo gobbo per fare "cassetta" il tipo bello(ccio) io preferisco altri interpreti (uomini)
3) Van Helsing è un vecchio in Dracula (lo sto leggendo) quindi NCS!
4) mettere Richard Roxburgh (RENATO ZERO + RON) a fare la parte di Dracula.. NON SE PO!...

vuoi un bel film? vedi wolfman

by Pollo

Anonimo ha detto...

e invece lo sai che io conosco un uomo che dice"Perché, se c'è una cosa che mi piace, è proprio scoprire la bellezza nascosta in una donna."???
Con questa scusa je vanno bene tutte...
-.-"
e poi concordo su Jackman:mi son ridotta a vedere "cazzarella e Leopold" per la sua presenza...ma era un periodo difficile eh(e anche di magra XD), ho la giustificazione!

Fedasile ha detto...

Ah, io sono prontissima a giustificarti!

Anonimo ha detto...

ma che cosa?!?! vorrei porre un quesito:
perchè se noi maschietti se vogliamo vedere un film con una attrice che ci piace a livello fisico siamo dei suini da competizione e la poveretta in questione è una "donna di malaffare"..e per voi femmine ci sono giustificazioni?

by Pollo

ps: parlo di maschi e femmine per ovvie deformazioni professionali causate da anni di genetica e incroci... scusatemi ;)

Fedasile ha detto...

Ma io credo che sia per una semplice questione: le donne, nella maggior parte dei casi, idealizzano. Negli uomini c'è sempre un sottotesto sessuale che, molto spesso, infastidisce. Ma per l'amor del cielo, non generalizziamo!! O sì? Altrimenti, come dice Voi Sapete Chi, se togliamo le battute sulle donne, sui gay e sui carabinieri, che ci rimane?!

Xirbaf ha detto...

Si direbbe che l'unico problema della lettura di piacere è che a volte può non piacere.
Dunque il caso si rivolge benevolo a me: col mio metodo della "medicina amara ma buona" sono indifferente alle condizioni climatiche...
Riguardo "se togliamo le battute sulle donne, sui gay e sui carabinieri, che ci rimane?!", io suggerirei: un po' di intelligenza. Ci resta un po' di intelligenza.
In riferimento al "Protocollo Jackman": secondo me non c'è niente di male a guardarsi un'attore o un'attrice per l'estetica. Basta ammetter(se)lo!
Penultima: ma perchè leggere ciò che viene citato come "caso letterario dell'anno"? Notoriamente tanto meno è buona la realizzazione di "qualunquecosa", tanto più è necessario urlarne la presenza...
Ultima: l'arancione non ha nulla che non va, tuttavia io azzarderei il bianco...con lo sfondo bianco, fai un effetto tipo completo calzini-mutanda-canottiera...

Fedasile ha detto...

Allora questo bianco va bene.
Per quanto riguarda le battute e l'ironia: se non si scade nel razzismo, in tutte le sue forme, va tutto bene. La "battuta" sulle polpette da te citata non fa ridere, fa incazzare, ovvio. Ma l'ironia, l'umorismo e la satira sono ben altro (o Ben Affleck), non sono political correct. Voglio ricordare la vignetta di Vauro sull'incidente aereo in Polonia... infelice, macabra, cattiva, fin troppo popolare direi, sì, in tv poteva risparmiasela, forse, ma credo che più di qualche italiano medio abbia fatto una battuta del genere in privato.

Fedasile ha detto...

politically correct, ovviamente.

G2 ha detto...

Ho iniziato anch'io un libro per young adult.. mah sta definizione me lascia un po' interdetto... sindrome di Peter Pan di massa... e se massa piange carrara non ride, come dicevano i greci.

Che fine ha fatto l'arancione? A me sembra un po' più freddo così... ma magari è voluto... magari passerà... devo rivedere i miei piani per Febbraio...

Sto delirando...

ALUKARD ha detto...

vorrei precisare 2 cose la vignetta era non era di Vauro, era di bobo, era stata pubblicata sull'Unita' ed e' stato La Russa a portarla in televisione pretendendo le scuse in diretta TV.
Io per essere corretto ancora oggi piango lacrime amare che un fatto del genere sia accaduto in Polonia e non da noi, certo se cadeva sul vaticano avrei apprezzato ancora di piu'

Fedasile ha detto...

Ah, ecco perché non la ritrovavao: ho sbagliato autore! Scusate.

Posta un commento

Blog contents © La Lega dei Supereroi 2010. Blogger Theme by Nymphont.