Passa ai contenuti principali

Pout Pourri

Ho finalmente finito di leggere Nausicaä della valle del vento... ci ho messo troppo, ma sinceramente leggere i fumetti a letto è terribile, scomodo e lento. Fortunatamente, però, è stato un problema irrilevante.

- Santissimo Sacripante! Anche Miyazaki mi ha fregato l'idea geniale per la mia storia fantasy! - (ché dovete sapere che tutto il mondo a Spocchiagirl ruba le idee... )

- Che sarebbe? -

- Il personaggio di Nausicaä! -

- Ah, tu intendi il concetto dell'eletto... beh, sì, un concetto nuovo, mai sentito prima... tralasciando, ovviamente, Gesù Cristo, Matrix e tutto quello che ci passa in mezzo! -

Spocchiaman non perdona.

E in effetti è sempre la solita solfa. È talmente affascinante e bellissimo che pur non inventandosi niente di nuovo, pur rielaborando (e questo è un verbo essenziale!) all'infinito le stesse tematiche, risulta sempre geniale.

Questa è stata la prima reazione. La seconda è stata fotocopiare il modellino di Nausicaä che sta all'inizio di uno dei primi volumi, e studiarsi passo passo tutti gli elementi del suo abito... la seconda reazione, insomma, è stato il cosplay visto che c'è Romics e bisogna andarci perché c'è Riyoko Ikeda "vestita da Maria Antonietta!!!!!".

Poi c'è stato il compleanno di Voi Sapete Chi, e abbiamo visto il suo regalo da parte dell'Incredibile Donna Maldestra che dice: "Solo perché il blue ray di 9 l'hai visto prima tu, l'hai preso tu, l'hai portato alla cassa tu e l'hai pagato tu, quindi non hai avuto la sorpresa, non l'hai potuto scartare e tutta una serie di altri motivi irrilevanti... non vuol dire che non sia stato il mio regalo di compleanno per te! tsè!" Muahahahaaha!


Parliamone di questo film passato inosservato in Italia, a quanto pare solo nei canali ufficiali però. Un solo difetto: la trama è un po' troppo povera. In ogni caso è molto ben fatto, un'idea stuzzicante, un'ambientazione fantastica che piace troppo a Nicotina in fase post-apocalittica.

Comunque, l'evento della stagione, quest'anno, non è stato il compleanno del Signore Oscuro, bensì una celebrazione importante che deve ancora arrivare. Il punto è che in queste occasioni il mio vero IO:


flashback 1

- ... sei assolutamente assurda quando giochi a Oblivion! Pensa cosa direbbe Intolleranza Maxima vedendoti con quella corazza elfica, gli stivali di maglia e quell'elmo quadrato gigantesco! -
- Cosa? -
- Che sei un maschio!!!!!!!! -

flashback 2 (senza soluzione di continuità)

"Se fossi stata un uomo, saresti stata perfetta."
"È quello che dice sempre mio padre." risponde Nausicaä.
Devo ammettere che un po' di amarezza c'è stata. Certo, certo, non facciamo facili moralismi o stupide campagne gruppettare (questo è copyright di Spocchiaman), vediamo bene il contesto e tralasciamo quel fastidioso prurito al naso...


Ma torniamo a noi. Dicevo, il mio vero IO in queste occasioni viene soppiantato di netto dalla personalità donna isterica davanti all'armadio e/o davanti allo specchio. Perché il problema è questo: io non posso "diventare" femmina, come disse Diabolick de' noantri, solo in certi momenti. Io ci devo rimanere!

Ora, a parte il vestito praticamente scelto dall'Ancien Prodige (lui si travestirà da Bertinotti senza pochette per gli occhiali!), il problema è diventato il trucco.

Vedete, io la mattina ho gli occhi gonfi... la sera li ho pesti. Quindi sono anni che cerco prodotti miracolosi che funzionino. Non ha mai funzionato niente bene, e mi son sempre tenuta le mie occhiaie congenite e da stanchezza.

L'altro giorno, però, grazie anche all'avanscoperta della Principessa del Malawi ho fatto delle ricerche (ebbene sì!) e ho trovato delle opinioni positive su la marca Benefit.

Io proverò questi:





Poi vi dirò bene cosa sono, a che servono e se rendono! E sappiate che voglio un miracolo, considerato il prezzo!

Commenti

  1. Bisogna specificare che Nausicaa e' stato completato nel 1982. Conan invece e' stato completato nel 1978. Ora in Conan troviamo un accenno a quella che sara' la tematica principe di Miyazaki in quanto l'autore cerca di criticare l'utilizzo che l'uomo fa' della scienza. Qindi possiamo dire che in realta' e' proprio con Nausicaa che Miyazaki porta per la prima volta l'argomento della natura come antibiotico essenziale contro il virus chiamato Uomo. Ps. Nessuno ti ha rubato nessuna idea tu nell'82 manco eri nata.

    RispondiElimina
  2. Per ogni consiglio in merito a cio che hai scritto e quindi per ciò che riguarda comsetici creme....e similari sono qui!!! :-)))
    SIMONA

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Coniglio ripieno

Oh Santissimo Sacripante! Preparare questo piatto, per me, è stata una grande fatica. A me il coniglio fa impressione, ed è anche per questo che volevo un po' camuffarlo cucinandolo in questo modo.
Ovviamente, e fortunatamente, qui in Sabina, volendo si trovano carni "speciali" (questo è un marchio registrato di ogni pizzicarolo nostrano... ) e perfino "allevamenti casalinghi". Questo coniglio proveniva da uno di questi ed era particolarmente grosso... e inquietante.

Non fiction novel: letterature e tradizioni

Scritto nel 2014, sempre per LSC Magazine.
Una nuova direzione, è evidente, sta prendendo la letteratura italiana, in maniera sempre più macroscopica, negli ultimi anni. Stiamo assistendo a un coinvolgimento sempre più massiccio della realtà non solo in narrativa, a dire il vero, ma anche in altre forme di comunicazione. È lampante quanto il cinema abbia sfruttato questo concetto: basti citare solo il caso di Philomena, nominato agli Oscar di quest’anno anche per la sceneggiatura non originale tratta dal libro di Martin Sixsmith sulla storia vera di una donna alla ricerca del figlio che fu costretta a dare in adozione.

Le parole che io uso significano esattamente ciò che decido, né più né meno

Ahhhhhhh, Colui che Non Deve Essere Nominato mi ha ingannato di nuovo! Humpty Dumpty non ha mai detto "Quello che dico significa nè più nè meno di quello che dico"!... quello che dice, signfica semplicemente ciò che lui DECIDE che possa significare!! E infatti è un arbitrio e Voi Sapete Chi lo mascherava sotto un'apologia della semplicità!!

Tutto questo è un po' contorto, ma del resto stiamo parlando (ma chi? ma in quante siamo?) di Alice nel paese delle meraviglie e di Attraverso lo specchio (che reputo moooooooolto più carino), i testi capostipiti del nonsense e del surreale:

"Prima l'esecuzione, poi il verdetto"! dice più volte la Regina

oppure

"Non credere mai di essere altro che ciò che potrebbe sembrare ad altri che ciò che eri o avresti potuto essere non fosse altro che ciò che sei stata che sarebbe sembrato loro essere altro." dice la Duchessa (e ancora non l'ho capito tanto bene!)

oppure questa

Alice rise: «È inutile che ci provi», diss…