Passa ai contenuti principali

Più Libri più Liberi

Dopo il primo tentativo, fallito miseramente, di entrare a Più Libri più liberi Nicotina e Spocchiagirl, abbandonati dai rispettivi compagni, riescono nell'impresa. Ultimo giorno, giorno di festa, ma, fortunatamente, gente ben distribuita in una giornata di dicembre da 18° gradi romani!


Segnalazioni:

siccome mi piacciono le coincidenze (senza dare loro nomi e aure romantiche) trovo sia giusto segnalare Chiara Gamberale che ci ha accompagnato in macchina su Radio 2, poi abbiamo trovato scritto il suo nome in programma e poi credo di averla incontrata al bar, anzi, adesso ne sono sicura.



di Leonid Mlecin
a cura di Luciano Canfora
versione italiana Svetlana Solomonova
prefazione di Luciano Canfora
introduzione di Enrico Mentana
prezzo € 17 SBN 978-88-88249-20-9
Sandro Teti Editore
Presentato da un Moni Ovadia simpatico e incazzato.
Autore: Gelatti Maurizio





Editore: Il leone verde
Pagine: 120
ISBN: 8895177010
Data pubbl.: 2007
della carinissima collana Leggere è un gusto, dove si possono trovare titoli co me In Taverna con Shakespeare o I segreti della tavola di Montalbano


Autore: Erika Moak
Pagine: 320
Anno di pubblicazione: 2009
Prezzo: 15,00
ISBN: 978-88-95381-12-1
Zero91 edizioni
Comprato ché lo cercavo da taaanto tempo e, paradossalmente, non riuscivo a trovarlo. Consigliato dal blog della Lipperini, che, tra l’altro, era alla Fiera con Farheneit.






La rivista edita da Vasco Rossi (ebbene sì) veramente interessante e ben fatta che raccoglie inediti, in questo numero un omaggio alle donne.







Ed infine ho comprato con un 3x2 gabbone, questi due romanzi di autori giovani ed esordienti di cui poi vi parlero. Ora, siccome blogger fa le bizze, vi lascio.




Commenti

Post popolari in questo blog

Coniglio ripieno

Oh Santissimo Sacripante! Preparare questo piatto, per me, è stata una grande fatica. A me il coniglio fa impressione, ed è anche per questo che volevo un po' camuffarlo cucinandolo in questo modo.
Ovviamente, e fortunatamente, qui in Sabina, volendo si trovano carni "speciali" (questo è un marchio registrato di ogni pizzicarolo nostrano... ) e perfino "allevamenti casalinghi". Questo coniglio proveniva da uno di questi ed era particolarmente grosso... e inquietante.

Non fiction novel: letterature e tradizioni

Scritto nel 2014, sempre per LSC Magazine.
Una nuova direzione, è evidente, sta prendendo la letteratura italiana, in maniera sempre più macroscopica, negli ultimi anni. Stiamo assistendo a un coinvolgimento sempre più massiccio della realtà non solo in narrativa, a dire il vero, ma anche in altre forme di comunicazione. È lampante quanto il cinema abbia sfruttato questo concetto: basti citare solo il caso di Philomena, nominato agli Oscar di quest’anno anche per la sceneggiatura non originale tratta dal libro di Martin Sixsmith sulla storia vera di una donna alla ricerca del figlio che fu costretta a dare in adozione.

Le parole che io uso significano esattamente ciò che decido, né più né meno

Ahhhhhhh, Colui che Non Deve Essere Nominato mi ha ingannato di nuovo! Humpty Dumpty non ha mai detto "Quello che dico significa nè più nè meno di quello che dico"!... quello che dice, signfica semplicemente ciò che lui DECIDE che possa significare!! E infatti è un arbitrio e Voi Sapete Chi lo mascherava sotto un'apologia della semplicità!!

Tutto questo è un po' contorto, ma del resto stiamo parlando (ma chi? ma in quante siamo?) di Alice nel paese delle meraviglie e di Attraverso lo specchio (che reputo moooooooolto più carino), i testi capostipiti del nonsense e del surreale:

"Prima l'esecuzione, poi il verdetto"! dice più volte la Regina

oppure

"Non credere mai di essere altro che ciò che potrebbe sembrare ad altri che ciò che eri o avresti potuto essere non fosse altro che ciò che sei stata che sarebbe sembrato loro essere altro." dice la Duchessa (e ancora non l'ho capito tanto bene!)

oppure questa

Alice rise: «È inutile che ci provi», diss…