Buongiorno!

26 marzo 2011

La mattina appena sveglia sono un mostro. Rivolgermi la parola prima del caffè potrebbe portare a risultati raccapriccianti: se avessi un bazooka sotto al letto non avrei paura ad usarlo. Ciò che salva, di solito, l'ignaro interlocutore è l'estremo affaticamento da risveglio.

La sveglia suona sempre non due, bensì infinite volte e come un'automa, allungo il braccio per premere dei bottoni a caso finché il maledetto suono non cessa. Ho perfino messo diverse suonerie, cosicchè l'orecchio non si abitui troppo o perfino per tentare un risveglio dolce con qualche musichetta rilassante tipo l'Ave Maria di Schubert... col risultato che adesso quando la sento mi viene un ticchettio nervoso all'occhio.

Quando mi alzavo prima del Signore Oscuro, incazzata come una biscia, prendevo tutte le mie cose dalla camera e mi infilavo al bagno evitando di disturbare. Voi Sapete Chi invece ha la delicatezza di un elefante, e vada per la porta che si apre e si chiude, vada per le dolci paroline sussurrate all'orecchio come:"Dove posso trovare dei calzini bianchi?", ma vi assicuro che buttarsi di peso a sedere sul letto, senza degnarsi di sfidare almeno un po' la forza di gravità, per vestirsi non potrà mai migliorare l'umore dell'occupante dell'altra parte del letto. Questo non è un buon modo per svegliarsi.

Romanzio criminale

Operazione nostalgia

La storia era questa:

da qualche parte in Inghilterra, metà dell'ottocento.

Una ragazza orfana perde anche la vecchia zia che si occupava di lei e decide di tornare nel suo paese d'origine, negli Stati Uniti d'America, nel Maryland, accompagnata da amici di famiglia.


Guerra di secessione e costruzione di un ospedale.

Scene patetiche degli amici feriti e curati da lei stessa che si improvvisa infermiera.
Siccome c'ha i soldi, la ragazza decide di compiere un viaggio in Europa (sempre accompagnata da questi suoi amici che la trattano come fosse l'ape regina) e a Parigi incontra lo stereotipo del cattivo ragazzo, con una storia strappalacrime (o strappamaroni) alle spalle e che, grazie a lei, si redime.

Amore impossibile, ma lei torna nel Maryland e sta per morire. Lui arriva in suo soccorso e, quando ormai è fuori pericolo, le confessa il suo amore e il suo segreto più sconcertante: a causa dei suoi stravizi, quello che creperà sarà solo lui!


F4 di cortesia


Lui muore, e dopo un po' la signorina si sposa con uno degli amichetti che le gironzolavano attorno.
Fine

Cheesecake freddo al cocco

Assente eccellente

Curiosità: Capitan America - il primo Vendicatore e Kung Fu Panda 2

Novità editoriali marzo 2011

Your pictures and fotos in a slideshow on MySpace, eBay, Facebook or your website!view all pictures of this slideshow

Pan e New Italian Epic 2

3 marzo 2011


Titolo: Pan
Autore: Francesco Dimitri
Editore: Marsilio
pp. 464
Euro 19.00
2008
isbn: 978-88-317-9500-5


Blog contents © La Lega dei Supereroi 2010. Blogger Theme by Nymphont.