Buongiorno!

26 marzo 2011

La mattina appena sveglia sono un mostro. Rivolgermi la parola prima del caffè potrebbe portare a risultati raccapriccianti: se avessi un bazooka sotto al letto non avrei paura ad usarlo. Ciò che salva, di solito, l'ignaro interlocutore è l'estremo affaticamento da risveglio.

La sveglia suona sempre non due, bensì infinite volte e come un'automa, allungo il braccio per premere dei bottoni a caso finché il maledetto suono non cessa. Ho perfino messo diverse suonerie, cosicchè l'orecchio non si abitui troppo o perfino per tentare un risveglio dolce con qualche musichetta rilassante tipo l'Ave Maria di Schubert... col risultato che adesso quando la sento mi viene un ticchettio nervoso all'occhio.

Quando mi alzavo prima del Signore Oscuro, incazzata come una biscia, prendevo tutte le mie cose dalla camera e mi infilavo al bagno evitando di disturbare. Voi Sapete Chi invece ha la delicatezza di un elefante, e vada per la porta che si apre e si chiude, vada per le dolci paroline sussurrate all'orecchio come:"Dove posso trovare dei calzini bianchi?", ma vi assicuro che buttarsi di peso a sedere sul letto, senza degnarsi di sfidare almeno un po' la forza di gravità, per vestirsi non potrà mai migliorare l'umore dell'occupante dell'altra parte del letto. Questo non è un buon modo per svegliarsi.



Non è un buon modo di svegliarsi neanche quello di prendere coscienza a poco a poco con i rumori che vengono dal basso, ma soprattutto, non è saggio rispondere al telefono alla Progenitrice la mattina, quando ti eri appena nascosta la faccia sotto le coperte per rifuggire la luce del sole, e sei cosciente di avere la voce di un trans accanito fumatore e:
- Pronto? - tentando di nascondere la tua incazzatura e nascondendo le parole che ti escono impastate, ma dall'altra parte c'è la donna che ti ha partorito e che ti ha tediato per 20 anni con le famosa frase ripetuta come una cantilena "Figlio1, Figlio2, Figlio3 è ora di alzarsi!" seguita da: "Figlio1, Figlio2, Figlio3, dai che è tardi!", e non puoi farla franca
- AHHHHHHHHHHHH! STAI ANCORA A LETTO!!!!!!!!!!!!!!!!!!- urla alle tue orecchie ipersensibili, e io, che ho la capacità di mentire tipica di una Mata Hari fallita, manco ci provo a buttarla in caciara, come si suol dire, ma invece butto lì le mie prime 2/3 paroline dolci della giornata, quelle che, con un pizzico di fortuna, a Voi sapete Chi non erano toccate.

Il punto è che il mio primo pensiero al risveglio è VENDETTA, il primo sentimento che affiora è RABBIA, la prima sensazione è FASTIDIO.

Ma poi bisogna alzarsi, perfino, e mi stiracchio un po' e arriva, di solito, la prima catastrofe della giornata: quel maledetto crampo al polpaccio che ti fa vedere le stelle e ti toglie il respiro per un minuto. E tu annaspi nel letto come Peter Griffin. E di nuovo ti incazzi, ma ti tiri su, e come ogni mattina, noti che tutte le cose stanno al loro posto: gli occhi tumefatti, la faccia gonfia, le mani gonfie, i capelli scoppiati.

Tutto questo per dire che questa mattina nel dormiveglia, e l'ho ricordato dopo ore, credo di aver detto a Voi Sapete Chi di ricordarsi di fare delle tacche nella corteccia degli alberi...

MA CHE CAZZO STAI A DIIIIIIIIIIIIII'????????

P.S. Il Signore Oscuro è tornato poco fa, ha letto il post e ha detto: "Guarda che tu stamattina non hai parlato di alberi hai detto solo jabba watta uba... o qualcosa del genere"

P.P.S Considerando che esiste un dizionario dell'huttese, tutto ciò potrebbe anche significare qualcosa

4 commenti:

  1. Non puoi averlo veramente detto. Cioè io sarei morto e te lo rinfaccerei a vita. Anzi te lo rinfaccerò a vita ora che lo so!

    Comunque io fossi in te proverei questa sveglia http://cdn.ubergizmo.com/photos/2007/1/puzzle-alarm-clock.jpg
    E pensa che ci sono anche sveglie con quesiti di logica e matematici da risolvere per farle smettere di suonare.

    RispondiElimina
  2. Ma cosa??? Che cosa ho detto?
    Se comprassi una sveglia del genere andrei fallita in capo a due mesi...

    RispondiElimina
  3. Per i crampi al polpaccio ti consiglio di fare dell'ottimo esercizio fisico con annessa fase di allungamento muscolare, così da abituare il suddetto ammasso di fasci di actina e miosina alla contrazione e alla decontrazione... ne gioverai sicuramente.

    Per le parole sconclusionate... suggersico di smetterla di assumere stranze sostanze che danno alterazioni psico-fisiche alla corteccia, del cervello....oppure prova a vedere se Voi sapere chi ha ubicato i suoi pedalini bianchi nella tua bocca, atto di profonda vendetta...

    by Hydro-Pollo

    RispondiElimina

 
FREE BLOGGER TEMPLATE BY DESIGNER BLOGS