Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2012

"Una storia romantica"

un romanzo di Hugo, Flaubert, Balzac, Foscolo, Shakespeare... e di Antonio Scurati.
Magnifico collage di testi letterari, citazioni da film e canzoni, e quiz di una difficoltà estrema, ma tranquilli, alla fine del libro ci sono le soluzioni!
È che non avevo capito. Insomma io credevo fosse un romanzo, per questo mi sono incazzata mentre leggevo di personaggi scialbi che non hanno spessore, oppure ridotti a macchiette. Mi sono perfino arrabbiata quando, con immenso stupore, mi sono accorta di quanto fosse pedante e retorico quel modo di raccontare le 5 giornate di Milano, che a leggerle sul libro di storia è veramente molto più avvincente.

Un libro una ricetta: "Il fauno di marmo" e gli gnocchetti alla romana

Ho ricominciato a scrivere, le mie cose intendo. Sì perché da qualche mese scrivo tanto, tutte le mattine, spendo un sacco di parole inutili e allora, mi sono detta, se faccio questo DEVO per forza ricominciare a  fare quello che adoro di più in assoluto.
Le mie velleità, però, si trasformano sempre in enormi lavori di ricerche, studi, analisi di ore e giorni che si riducono poi a mere apparizioni di un attimo; il compito del labor limae è infinito e quasi tedioso… insomma sono lenta, lentissima.


Comunque le mie peregrinazioni alla ricerca di notizie e conferme, questa volta mi han portato alla scoperta di un romanzetto di Nathaniel Hawthorne Il fauno di marmo, veramente poco stimolante per la tematica, diciamo così. Ma la cosa importante, che forse è anche l’unica forza del libro, è l’atmosfera, o meglio lo sfondo alle vicende: la città di Roma nell’Ottocento. Un mondo di arte e di artisti per lo più, ma ciò che mi serviva era capire per bene come si viveva. E non mancano scorci intere…