Passa ai contenuti principali

Libri


Asimov Isaac Abissi d'acciaio
Auster Paul Romanzi
Avallone Silvia Acciaio
Barbery Muriel L'eleganza del riccio
Baricco Alessandro Emmaus
Benni Stefano Pane e tempesta
Bubba Angela La casa
Camilleri Andrea La rizzagliata
Capote Truman Colazione da Tiffany
Carofiglio Gianrico Le perfezioni provvisorie
Carrisi Donato Il suggeritore
Carroll Lewis Attraverso lo specchio
Catherine Dunne Donna alla finestra
Cavina Cristiano I frutti dimenticati
Clerici Antonella Le ricette di casa Clerici
Dennis Patrick zia Mame
Dimitri Francesco Pan
Eco Umberto Il nome della rosa
Falcones Ildefonso La Cattedrale del mare
Flaubert Gustave Madame Bovary
Frascella Christian Mia sorella è una foca monaca
Harris Charlaine Ciclo di Sookie Stackhouse
Hawthorne Nathaniel Il fauno di marmo
Hosseini Khaled Il cacciatore di aquiloni
James Rebecca Beautiful Malice
Kluver Cayla Legacy
Mankell Henning Assassino senza volto
Mankell Henning Il cinese
Manni Lara Esbat
Matheson Richard Io sono leggenda
Mazzantini Margaret Venuto al mondo
McCarthy Cormac La strada
Meyer Stephenie L'ospite
Mitchell MargaretVia col vento
Moak Erika Eudeamon
Murakami Haruki Kafka sulla spiaggia
Parodi Benedetta Cotto e mangiato
Patrick Rothfuss Il nome del vento
Peake Mervyn Tito di Gormenghast
Pennacchi Antonio Canale Mussolini
Ranieri Maria Daniela Se fosse tutto facile
Salinger Jerome David Il giovane Holden
Sapkowski  Andrzej Il guardiano degli innocenti
Scarpa Tiziano Stabat Mater
Smith Lisa Jane Il diario del vampiro
Smith Zadie Della bellezza
Suskind Patrick Il profumo
Vargas Llosa Mario La zia Julia e lo scribacchino
Westerfeld Scott I diari della mezzanotte
Westerfeld Scott Leviathan
Zafón Carlos Ruiz L'ombra del vento

Commenti

Post popolari in questo blog

Coniglio ripieno

Oh Santissimo Sacripante! Preparare questo piatto, per me, è stata una grande fatica. A me il coniglio fa impressione, ed è anche per questo che volevo un po' camuffarlo cucinandolo in questo modo.
Ovviamente, e fortunatamente, qui in Sabina, volendo si trovano carni "speciali" (questo è un marchio registrato di ogni pizzicarolo nostrano... ) e perfino "allevamenti casalinghi". Questo coniglio proveniva da uno di questi ed era particolarmente grosso... e inquietante.

Non fiction novel: letterature e tradizioni

Scritto nel 2014, sempre per LSC Magazine.
Una nuova direzione, è evidente, sta prendendo la letteratura italiana, in maniera sempre più macroscopica, negli ultimi anni. Stiamo assistendo a un coinvolgimento sempre più massiccio della realtà non solo in narrativa, a dire il vero, ma anche in altre forme di comunicazione. È lampante quanto il cinema abbia sfruttato questo concetto: basti citare solo il caso di Philomena, nominato agli Oscar di quest’anno anche per la sceneggiatura non originale tratta dal libro di Martin Sixsmith sulla storia vera di una donna alla ricerca del figlio che fu costretta a dare in adozione.

Le parole che io uso significano esattamente ciò che decido, né più né meno

Ahhhhhhh, Colui che Non Deve Essere Nominato mi ha ingannato di nuovo! Humpty Dumpty non ha mai detto "Quello che dico significa nè più nè meno di quello che dico"!... quello che dice, signfica semplicemente ciò che lui DECIDE che possa significare!! E infatti è un arbitrio e Voi Sapete Chi lo mascherava sotto un'apologia della semplicità!!

Tutto questo è un po' contorto, ma del resto stiamo parlando (ma chi? ma in quante siamo?) di Alice nel paese delle meraviglie e di Attraverso lo specchio (che reputo moooooooolto più carino), i testi capostipiti del nonsense e del surreale:

"Prima l'esecuzione, poi il verdetto"! dice più volte la Regina

oppure

"Non credere mai di essere altro che ciò che potrebbe sembrare ad altri che ciò che eri o avresti potuto essere non fosse altro che ciò che sei stata che sarebbe sembrato loro essere altro." dice la Duchessa (e ancora non l'ho capito tanto bene!)

oppure questa

Alice rise: «È inutile che ci provi», diss…